POP e Cartelli Vetrina

L’uso di espositori da terra e da banco può rendere più efficace la Comunicazione In Store e aumentare i ricavi del tuo brand.  Basta dare un’occhiata in qualsiasi negozio o centro commerciale per capire l’importanza di questi elementi e valutare la cura con cui le aziende li realizzano. Anche nell’era del digitale continua ad avere un certo peso la comunicazione fatta attraverso elementi fisici che le persone possono toccare e non solo vedere attraverso uno schermo.

Vediamo insieme le caratteristiche e i vantaggi dei materiali POP e dei cartelli vetrina.

I materiali POP per la tua comunicazione in store

Iniziamo con una precisazione: POP è l’acronimo di “point of purchase” (punto vendita).

I materiali POP sono strumenti di Comunicazione In Store utilizzati per la promozione di prodotti e brand. 

Tramite la corretta collocazione dei materiali POP all’interno del punto vendita è possibile raggiungere un numero sempre crescente di consumatori e dunque ottenere un Ritorno sull’Investimento (ROI) nettamente superiore rispetto alla spesa sostenuta.

Si possono distingue due tipologie in base alle materie prime impiegate per la loro realizzazione: 

  • Materiali POP non durevoli
  • Materiali POP durevoli

I primi sono strumenti usa e getta solitamente realizzati con materie prime poco durature, mentre i secondi sono quelli che impattano sull’allestimento del punto vendita, come ad esempio la creazione di spazi interattivi, aree demo, strutture espositive o corner, vere e proprie architetture inserite all’interno del negozio.

Ma perché questi strumenti di Visual Communication dovrebbero far parte della comunicazione aziendale? È soltanto una questione di ROI o ci sono altre motivazioni? Vediamo nel dettaglio quali sono i campi di applicazione dei materiali POP e quali sono gli altri vantaggi che potrebbero apportare al tuo brand.

Come rendere più efficace la Comunicazione In Store con i materiali POP

Il campo di applicazione principale dei materiali POP è, appunto, la Comunicazione In store, poiché si tratta di un contesto in cui la relazione tra consumatore e prodotto è immediata, pertanto l’utente sarà più disponibile a ricevere ulteriori stimoli e sollecitazioni all’acquisto.

Pensiamo, ad esempio, al settore della Cosmesi. Chi si troverà in un negozio di make-up per comprare un profumo, potrebbe farsi convincere facilmente all’acquisto di uno smalto, se comunicato correttamente attraverso la In-Store Visual Communication.

Cosa occorre? Una proposta commerciale unica, una grafica accattivante e collocare la Call to Action in maniera strategica all’interno del percorso di acquisto del cliente.

In parole povere questo significa che i materiali POP con cui la vostra azienda vuole comunicare il lancio di un nuovo smalto al prezzo promozionale di pochi euro dovranno essere correttamente costruiti dal punto di vista del Visual Marketing e correttamente collocati all’interno del negozio dal punto di vista del Visual Merchandising.

I vantaggi superano i costi dei materiali POP

Il costo di questa attività promozionale? Sarà decisamente inferiore rispetto alle spese previste per le grandi campagne pubblicitarie sui media classici e ciò dimostra che è possibile ottenere ricavi inaspettati sia in termini economici che di immagine a partire da un piccolo investimento.

Non si tratta quindi di un semplice ritorno sull’investimento ma anche di vere e proprie campagne di brand engagement. È quel che accade, ad esempio, durante il lancio di un nuovo prodotto farmaceutico.

Pensiamo alla stagione invernale, durante la quale non è inusuale trovarci di fronte a decine di nuovi ritrovati per la cura dei malanni di stagione. Una buona Comunicazione In Store all’interno della farmacia, specie se accompagnata da un’esperienza d’acquisto personalizzata, aiuterà l’utente a riconoscere con facilità il nuovo prodotto e, in alcuni casi, anche ad effettuare un acquisto di prova.

Cos’è successo? Un brand sconosciuto fino a pochi istanti prima è ora molto più prossimo alla sfera personale del consumatore. Ripetere l’acquisto, in futuro, sarà quasi un automatismo.

Gli espositori da terra sono anche conosciuti come “Floor Stand”. Si tratta di materiali POP che, per l’appunto, vengono collocati sul pavimento.

Il loro scopo è quello di sfruttare il canale della comunicazione non verbale per la promozione del prodotto in vendita o in sola esposizione. Solitamente sono di grandi dimensioni motivo per cui ben si adattano a punti vendita grandi o affollati, in modo tale da poter essere visti anche da lontano e orientare gli spostamenti del cliente all’interno del punto vendita.

Realizzazioni

I Cartelli vetrina

Tra i materiali POP ci sono anche varie tipologie di cartelli vetrina che sono presenti nella maggioranza dei negozi.

Tra i cartelli vetrina rientrano:

  • Totem tridimensionali, ellittici o piatti
  • Colonna componibile di cubi in cartone
  • Espositore pubblicitario per vetrina con mensole o alloggi prodotto
  • Cartelloni e Cartelli da vetrina, con o senza piede posteriore
  • Espositori per il make-up con comparti per i prodotti
  • Cartelli da terra bifacciali con cavalletto o A-stand
  • Sagomati classici o pop-up
  • Banner e Roll Up
  • Isole promozionali

Gli espositori da terra possono essere realizzati in molteplici materiali, dal cartone al plexiglass ma anche in PVC, alluminio, legno, ferro e metallo. Forme, colori e dimensioni sono sempre a discrezione dell’azienda e dovranno comunicare al meglio la brand identity.

Se vuoi avere la collaborazione di esperti per la progettazione e la realizzazione di materiali POP e cartelli vetrina non esitare a prendere contatto con noi di Faenza Group.